Nutrire il coniglio nano: orto in casa

Nutrire il coniglio nano: orto in casa

Una delle cose migliori dell’ospitare un coniglio in casa è che, se vuoi, puoi far crescere nel tuo orto la maggior parte delle verdure di cui si nutre.

Infatti, non devi essere un giardiniere provetto o possedere ettari di terreno per coltivare le piante preferite del tuo amico a quattro zampe. Vediamo insieme come.

Container da giardino

Se questo mondo del giardinaggio ti è nuovo o hai spazio limitato nel tuo giardino, la migliore soluzione per far crescere il tuo orto sarà organizzarlo con l’aiuto di container. Puoi costruirlo tu stessa, se sei amante del fai da te. Per farlo dovrai procurarti delle assi di legno da incrociare proprio come nel gioco del tetris, in maniera da formare una vasca per contenere la terra delimitata dalle assi e divisa in quadrati. Puoi tranquillamente usare degli scarti e non per forza delle assi in legno  già tagliate ad hoc, dipende un po’ da quello che trovi. L’importante, però, che il legno che hai trovato sia di certo completamente libero da agenti chimici che possono compromettere il terreno.

Un’alternativa al container di legno è il vaso. Ciò che fa davvero la differenza è la terra che utilizzi, deve essere di prima qualità e ricca di nutrienti.

Lattuga

La lattuga è abbastanza semplice da coltivare. Puoi piantare i semi direttamente nel terreno e coltivare diverse varietà anche in uno spazio ristretto. Alcune di queste varietà, come ad esempio la lattuga romana, richiedono però più spazio rispetto ad altre.

Quella della lattuga è una coltivazione invernale, prospera infatti con temperature intorno ai 10/15° C. Andrebbe piantata in primavera/autunno ma se ne trovano delle varietà da poter piantare durante tutto l’anno.

Alcune varietà rispetto ad altre portano dei vantaggi nella coltivazione. Ad esempio nella lattuga a foglia larga potrai tagliare le parti esterne già sviluppate e mantenere interrato il cuore che continuerà a crescere.  

Ti consiglio, se abiti in zone molto calde, di coltivare questa verdura in spazi di facile copertura o ombrosi almeno durante parte della giornata. Come ti dicevo la lattuga non ama le alte temperature.

Lattuga

Cavolo cinese

I semi di cavolo cinese germinano e crescono molto velocemente. Anche questa è una pianta che cresce a temperature basse e bisogna quindi seminare in primavera o autunno.

Il terreno per la semina deve essere libero da piante infestanti e ricco di nutrienti. Fai massima attenzione quindi a eliminare ogni erbaccia, che ruberebbe i nutrienti presenti nel terreno. Dopo un periodo che va dai 40 ai 45 giorni, in base alle temperature della zona in cui hai coltivato, potrà avvenire il raccolto. Sii pronta a raccogliere prima che le temperature si facciano troppo alte, altrimenti il cavolo cinese maturerà eccessivamente.

Carote

Anche le carote possono essere piantate direttamente nel letto di terra. Per questo ti consiglio di scegliere varietà di dimensioni più piccole, rispetto a quelle che si acquistano nei nostri supermercati. L’importante per la coltivazione delle carote è che il terreno sia libero da erbacce e pietre.

Della carota potrai dare al tuo coniglio sia il frutto che il fogliame superiore, ma senza esagerare. Infatti, è risaputo che i conigli amano le carote ma questo è un alimento che deve essergli messo a disposizione, come le altre verdure, con moderazione.

Carote

Erbe aromatiche

Le erbe aromatiche sono perfette per la coltivazione in orto. Ne puoi far crescere un assortimento molto vario, utile anche per i tuoi piatti, se ami usarle in cucina.

Potrai scegliere tra basilico, coriandolo, menta, origano, prezzemolo. Il tuo coniglio apprezzerà.

Alcune specie, come la menta, ti consiglio di piantarle in vaso. La menta è una pianta resistente e longeva e cresce facilmente.

Tarassaco o Dente di Leone

Coniglio mangia tarassaco

Cosa può esserci di più facile di far crescere un’erba infestante? Coltivare questa pianta infatti è un gioco da ragazzi. Considerata fin dall’antichità una pianta officinale, la troviamo in realtà in moltissime delle nostre coltivazioni e siamo costretti, talvolta, ad eliminarla.

Possiamo approfittare del fatto che si trovi così spesso in natura da decidere di non coltivarla, ma a due condizioni. La prima è che effettivamente nel tuo cortile o giardino sia presente. La seconda, è che non sia cresciuta nei dintorni di una pianta che avete curato o fatto crescere con l’utilizzo di concimi chimici.

Se deciderai, invece, di coltivarla ti consiglio vivamente di piantarla in vaso. Questo ti permetterà di non ritrovare il tuo orto infestato. Quello che dovrai fare in questo caso è ancora più semplice. Getta una manciata di semi sul terreno e ricopri con pochissima terra e bagna leggermente. I semi di tarassaco hanno infatti bisogno di luce per poter crescere.

In pochissimo tempo avrai delle foglie verdi da poter tagliare e non preoccuparti perchè per quanto taglierai il dente di leone ricrescerà sempre. 

Alcuni consigli in generale

  • Assicurati di mantenere nel tuo orto solo le piante più forti e che resistono meglio alle intemperie. Non avere timore poco alla volta di eliminare le piante più deboli, questo permette infatti alle migliori di assorbire i giusti nutrienti dal terreno.
  • Assicurati che il container che stai usando abbia il corretto sistema di drenaggio. Il terreno infatti deve essere umido ma non fangoso.
  • Ti consiglio di alternare fin dall’inizio le coltivazioni, diminuirà il rischio di malattie delle piante.
  • Taglia le piante in continua successione per aver garantita la ricrescita.

Prodotti consigliati in questo post

Contenitore per orto in casa
Fioriere orto verticale
Etichette orto
Semi ecologici di lattuga
Semi ecologici di basilico
Semi ecologici di menta
Semi ecologici di carota
Semi ecologici di prezzemolo