Un compagno per il tuo coniglio nano

Un compagno per il tuo coniglio nano

Mentre alcuni conigli nani preferiscono essere padroni della casa e gli unici a prendere le coccole, altri conigli amano la compagnia dei loro simili. Un secondo coniglio può portare anni di gioia, divertimento e compagnia per il tuo coniglietto. Ma, attenta, non sempre è amore a prima vista! Qualche volta questa scelta comporterà il dover avere tanta pazienza e lo spendere tempo ed energie per farli andare d’accordo.

Ma come scegliere il compagno perfetto?

Gli appuntamenti al buio

Una buona idea per riuscire a trovare il compagno perfetto per il tuo coniglio potrebbe essere un appuntamento al buio. Non sto scherzando, un vero appuntamento al buio. L’idea potrebbe sembrare alquanto strana ma è abbastanza diffusa la possibilità presso gli allevamenti o le associazioni di adozione per i conigli sterilizzati di trascorrere del tempo con altri simili per capire “sul campo” quale potrebbe essere il compagno di giochi ideale.

Se nella tua zona non ci dovesse essere questa possibilità, non preoccuparti, una soluzione alternativa può essere quella di parlare con i volontari dell’associazione di adozione o con gli allevatori, che conoscono molto bene il carattere dei loro cuccioli e di certo sapranno aiutarti nella scelta.

I primi appuntamenti

Quello che è fondamentale è che, prima di portare a casa un altro coniglio, tu abbia avuto la possibilità di capire come il tuo coniglio interagisce con il suo simile. Ovviamente un coniglio sterilizzato o neutralizzato sarà più calmo e meno territoriale quindi più gestibile e felice nel rapporto con l’altro. In questi casi la coppia perfetta è quella formata da un maschio ed una femmina.

Anche se solitamente calmo e tranquillo un coniglio che vede invaso il proprio territorio può divenire aggressivo, mordere e combattere ferendosi e ferendo il nuovo amico. Per questo i primi appuntamenti sono fondamentali per la loro stessa salute.

Come introdurre un nuovo coniglio in casa

Naturalmente, dato tutto quello che abbiamo appena detto, l’introduzione del nuovo arrivato non può essere un’invasione, ma va ben organizzata.

Te la spiego qui, in qualche passo, per essere più chiara:

  1. Posiziona i due conigli in due differenti camere della casa, ognuno con i suoi oggetti. Fai però in maniera tale che si vedano o possano sentire l’odore reciproco.
  2. Ogni mattina quando dai loro fieno fresco, acqua e pellet e scambia le due ciotole dopo averle sciacquate. Aiuterà entrambi ad abituarsi all’odore dell’altro.
  3. Dopo qualche giorno fai lo stesso con i giocattoli: scambiali. Impareranno così a condividerli in futuro.
  4. Per l’incontro in casa scegli una stanza neutrale. Che non sia stata segnata territorialmente da nessuno dei due. Può essere per esempio la cucina o il bagno. Fondamentale che lo spazio sia piccolo così che siano costretti ad interagire e che tu sia presente e pronto a dividerli in caso di lite.
  5. Nel caso in questo avvenga ti suggerisco di tenere a portata di mano uno spruzzino con dell’acqua, bagnarli un poco aiuterà nel dividerli. E inoltre, una racchetta da tennis potrebbe aiutarli anche a creare un separatore grazie al si vedono ma non possono attaccarsi. Ricordati ovviamente di coprirti: devi avere gambe e braccia coperte per evitare morsi diretti. Puoi anche decidere di indossare guanti, ma non esagererei.
  6. In queste occasioni di incontro i due conigli potrebbero rincorrersi, mordicchiarsi, colpirsi o montarsi. I segni che la cosa sta per evolversi al peggio sono due: la coda sollevata e le orecchie appiattite.

Se l’incontro va male

Se ti accorgi che uno dei due è stato ferito o che la lite non si fermerà separali e continua con il training per poi riprovare a farli incontrare. Ricorda che la sterilizzazione è fondamentale per farli stare insieme.

Se l’incontro va bene

Se ti accorgi, invece, che tutto procede per il meglio, il gioco è fatto. Basterà organizzare qualche altro incontro e poi potrai riunirli entrambi un poco alla volta sotto lo stesso tetto. Ti consiglio in questi casi di farlo poco alla volta. Se spendi molto tempo con loro in casa allora potresti provare a organizzare una sessione ogni 15 minuti. Se invece sei fuori casa durante il giorno prova con sessioni di 5-10 minuti mattina e sera, poi 20 minuti, poi un’ora e infine se tutto procede non ci saranno problemi.

Dopo un po’ ti assicuro che i due cominceranno a volersi bene, a pulirsi, leccarsi a vicenda e a giocare insieme. Dovrai avere tanta pazienza e impiegare tempo ed energie, ma la soddisfazione sarà moltissima e le coccole e la compagnia non mancheranno.

Prodotti consigliati in questo post

3 palle edibili gioco coniglio nano
Ponticello in salice per coniglio nano
Tunnel per coniglio nano
Letto coniglio nano